E casa fu

I TONTI hanno firmato il preliminare a pare abbiano anche già cacciato l’anticipo (circa 20.000 euro).

I TONTI hanno ufficialmente trovato casa dopo 4 anni di ricerche, mille case viste e milioni di telefonate e ore di lavoro perso per agenti e agenzie che, alla fine, sono rimasti anche senza compenso e commissioni dato che la vendita è stata fatta privatamente.

rogito a fine gennaio e poi ci saranno i lavori da fare per sistemare dio solo lo sa. e poi avranno la loro prima vera casa, dopo anni di appartamento, prima in una topaia da immigrati clandestini e poi l’affitto in un buco ricolmo di mobili da rimpiazzare nell’ipotetica nuova casa che adesso, appunto, hanno trovato.

neanche mi metto a fare l’elenco delle proprietà viste e scartate per i motivi più ridicoli e adesso sono davvero curioso di vedere quale gioiello hanno finalmente trovato. il satellite di google mostra una proprietà che pare essere decente, almeno vista dallo spazio, mentre la google street view, sebbene non mostri nulla della casa, mostra la casa dei vicini che, essendo abbinata non penso di discosti molto dalla loro.

pare pure bellina!

ora devo scoprire a cosa si riferisce quel “è piena di difetti”.

non è tutto oro quello che luccica e conoscendo i miei polli, non ci sarebbe da meravigliarsi se dopo anni passati a scegliere con cura case e appartamenti “perchè non vogliamo prendere una fregatura” ne avessero presa una galattica!

stay tuned!

Del concetto di ultimo

ultimo giorno di lavoro, oggi.

c’è stato un tempo dove avrei fatto le capriole in aria al solo pensiero e anche se adesso non posso negare di essere quanto meno sollevato, la felicità della “giovinezza” non mi appartiene, oggi.

“ultimo” giorno di lavoro non vuol dire nulla. “l’ultimo” giorno di lavoro sarà quando poi andrò in pensione. più che “ultimo” si dovrebbe parlare solo di sospensione del lavoro, tanto che quest’anno poi ci saranno 3 settimane su 4, dato che, non so come, io di ferie non ne ho abbastanza e comunque ZEUS pare abbia deciso così.

non c’è lavoro ma noi lavoriamo. ho passato le ultime 16 ore a fissare un monitor vuoto muovendo il mouse con dietro alle spalle il controllore che non s’è mai mosso e di cose da fare ne aveva ancora meno. quindi niente, 16 ore piantato su una sedia a inventare lavoretti pur di tirar sera con un sorvegliante alle spalle che ovviamente non permetteva di perdersi nel sito ikea o di leggere notizie, meteo o oroscopi.

“ultimo” giorno di lavoro COSA?

3 settimane di ferie non le vedrò neanche, passeranno in un lampo e poi sarà di nuovo in carcere a covare l’uovo 40 ore a settimana, senza amici e col pensiero fisso di una nuova estate che non arriverà prima dei soliti 200 giorni.

duecento giorni.

ad ogni modo questa sera niente mare. dopo 1 mese di corse ogni weekend ho deciso di prendere una pausa. questa sera uscirò con IL PELOSO per andare nel solito pub a sentire le solite chiacchiere e godermi il fresco di 37°C di pura afa da togliere il fiato anche ai morti.

questa notte la passerò a casa mia, col climatizzatore, il ventilatore e, spero, il relax più totale. domani mattina mi sveglierò quando ne avrò voglia, poi preparerò la roba per il campeggio, pranzo e poi, voglia permettendo o ikea o centri commerciali, con rientro nel tardo pomeriggio, cena e partenza sul “molto tardi” per il mare. tutto questo in teoria, poi domani deciderò il da farsi, perchè dopo 1 anno di “devo fare quel cazzo che vogliono gli altri” credo di avere il diritto di pensare e fare il cazzo che pare a me, adesso.

e buone ferie a tutti.

Così

  • 170 euro di meccanico tra una cinghia di non so cosa che si stava rompendo (e ho rischiato di restare a piedi) e la sistemazione alla perdita del radiatore.
  • stordimento dovuto alla stanchezza, alla zero voglia di vivere, ai 33°C di afa purissima.
  • LEI è tornata ieri da due giorni di mare ed è stato subito show, tanto che neanche ho avuto la forza fisica di rispondere perchè ormai sono letteralmente sfinito di sentire discorsi del cazzo da una paranoica grattacazzo quotidiano.
  • la chat ikea da qualche mese fa schifo, operatori rincoglioniti, assistenza pessima, non so cosa sia successo. dicono che gli articoli che cerco sono fuori produzione ma sono tutte novità 2020 che devono appunto ancora arrivare in negozio. non ho parole.
  • A.D.C. sta organizzando la piazzola e le relative “prenotazioni” e vuole sapere ADESSO dove sarò e cosa farò per le due settimane di ferie di agosto. legittima domanda, ma io stasera non riesco neanche a pensare, figuriamoci a organizzare l’estate. sarò dove vorrò essere, ma adesso a dire quando e quanto non lo so.
  • NICO ha disponibilità di spazio sicuramente per al prima settimana, certamente per parte della seconda, poi è da vedere. di fatto FEDE non lo voglio neanche sentire dopo i due weekend di totale indifferenza, sua, di sua sorella e di LUKE, colui pensavo essere il timido disadattato che invece si è rivelato essere semplicemente un pacifico trascinatore che ha creato il suo gruppo esclusivo e va bene così.
  • la gallina malata è stata oggetto di discussione tra padre e figlio e figlio ha riferito che padre “ha detto di lasciarla morire” anche se tutti in famiglia sanno che l’idea in questione è solo ed esclusivamente frutto di figlio.
  • l’irrigatore perduto (3 kg di ferro con un mattone legato sotto) è ancora disperso. LA PRINCIPESSA non ce l’ha (?) e nessuno della truppa sa dove sia stato messo e tutti dicono di non averlo prestato a nessuno. quindi di fatto la spiegazione più logica, per quanto tutti mi ridano dietro, è semplicemente che qualche zingaro sia entrato in giardino magari in cerca di un passaggio per entrare a rubare e abbia rubato l’unica cosa “di valore” che avevamo lasciato fuori. dico questo perchè abbiamo solo un garage e uno stanzino per gli attrezzi e l’irrigatore non è in nessuno di questi posti. ovviamente nessuno si è preso la briga di controllare bene e intanto il giardino è completamente bruciato dal sole. affari loro.

io getto la spugna, gente.

Metà

e siamo arrivati a metà settimana, altre 20 ore di rottura di cazzo e poi sarò finalmente in ferie per ben 3 settimane, che naturalmente passeranno alla velocità della luce e a fine agosto sarò nuovamente qui a scaldare la sedia, con tutti i miei problemi sulle spalle e il countdown per l’estate 2021 che tornerà in funzione.

che dire?